Governing globalisation. The energy debate between nature and macroeconomic issues

Gianfranco Battisti

Abstract


Keywords: globalisation, energy, climate change

Dagli anni ’70 il tema del cambiamento climatico si è imposto gradualmente al centro del dibattito culturale e politico, parallelamente all’emergere di una economia globalizzata. In questo contesto, il trattato di Kyoto può venire considerato, assieme al WTO, un sofisticato strumento di governo per la sempre crescente complessità del mondo economico. Nel presente lavoro viene analizzato l’ambito geografico degli accordi di Kyoto. Dal sostegno quasi unanime registrato fra i governi nel 1972, la volontà politica si è costantemente ridotta a causa del prezzo elevato da pagare in
termini di sviluppo economico. Quando l’Unione Europea ha deciso nel 2005 di procedere da sola, era chiaro che qualsiasi riduzione delle emissioni di CO2 effettuata dagli Stati membri non avrebbe avuto alcun effetto sulla dinamica attesa del riscaldamento globale. Inoltre, dopo il volgere del millennio i dati sperimentali hanno dimostrato che l’aumento continuo delle emissioni di anidride carbonica non è più collegato all’aumento delle temperature, quasi che il riscaldamento globale avesse
terminato il suo corso. Un’analisi degli interessi economici in gioco consente di rivelare la logica della decisione europea. Tre aree di vantaggio vengono delineate: ideologica, economica, di politica economica, che si situano tutte sia all’interno che all’esterno dell’Unione. Di particolare importanza è la nascita di nuovi campi di attività, non limitati al settore industriale. Alla luce della progressiva riduzione dell’industria
europea registrata nell’ultima decade e della crescente finanziarizzazione di tutte le economie del continente, è importante considerare l’emergere di un settore “climatico” della finanza, assai più ampio delle transazioni sui diritti di emissione. Viene inoltre considerata la strategia mondiale degli USA. Questi perseguono attualmente l’obiettivo di riguadagnare la leadership nella politica ambientale assieme a quello di ritornare ad essere il maggior esportatore mondiale di idrocarburi.


Full Text

PDF


DOI: http://dx.doi.org/10.13133%2F1125-5218%2F33

Refback

  • Non ci sono refbacks, per ora.




Creative Commons License
This work is licensed under a Creative Commons Attribution 3.0 License.

DIREZIONE

Riccardo Morri  (Direttore, Sapienza Università di Roma)

Floriana Galluccio (Condirettrice, Università degli Studi di Napoli L'Orientale)

Marco Maggioli (Condirettore, Libera università di lingue e comunicazione IULM di Milano)

Petros Petsimeris (Condirettore, Université Paris I Panthéon-Sorbonne)

 

 

COMITATO SCIENTIFICO

Tiziana Banini (Sapienza Università di Roma), Giovanni Calafiore (Sapienza Università di Roma), Francesco M. Cardarelli (Consiglio Nazionale delle Ricerche), Flavia Cristaldi (Sapienza Università di Roma), Joe T. Darden (Michigan State University), Gino De Vecchis (Sapienza Università di Roma), Paolo Di Giovine (Sapienza Università di Roma), Lila Leontidou (Hellenic Open University), Rubén Camilo Lois González (Universidad de Santiago de Compostela), Claudio Minca (Macquarie University - Australia), Cosimo Palagiano (Accademia Nazionale dei Lincei), Giovanni Paoloni (Sapienza Università di Roma), Emanuele Paratore (Sapienza Università di Roma), Cristiano Pesaresi (Sapienza Università di Roma), Lidia Piccioni (Sapienza Università di Roma), Luca Romagnoli (Sapienza Università di Roma), Luca Serianni (Sapienza Università di Roma), Alberto Sobrero (Sapienza Università di Roma)


COMITATO DI REDAZIONE

Sandra Leonardi (Responsabile, Sapienza Università di Roma), Massimo Blanco, Monica De Filpo, Franco Fatigati, Armando Finocchi, Simona Mancini


COMITATO DEI REFEREE

Valentina Albanese, Raffaella Afferni, Claudio Arbore, Caterina Barilaro, Marina Bertoncin, Simone Betti, Elisa Bignante, Edoardo Boria, Giuseppe Borruso, Gianluca Casagrande, Renzo Carlucci, Filippo Celata, Adriana Conti Puorger, Roberta Curiazi, Annalisa D'Ascenzo, Elena Dai Prà, Pierpaolo Faggi, Fabio Fatichenti, Claudio Ferrata (Svizzera), Floriana Galluccio, Emanuela Gamberoni, Carlo A. Gemignani, Cristiano Giorda, Sandra Leonardi, Ilda Mannino, Alessia Mariotti, Carla Masetti, Ivo Mattozzi, Gàbor Michalkò (Ungheria), Gabriela Osaci-Costache (Romania), Áine O'Healy (Stati Uniti d'America), Andrea Pase, Daniela Pasquinelli d'Allegra, Antonella Pietta, Fabio Pollice, Carlo Pongetti, Paola Pressenda, Matteo Puttilli, Viviana Re, Andrea Riggio, Giuseppe Rocca, Leonardo Rombai, Caterina Romeo, Elisabetta Rosa, Tania Rossetto, Massimo Rossi, Maria Cristina Salvatore, Franco Salvatori, Paolo Sellari, Silvia Siniscalchi, Rosario Sommella, Stefano Soriani, Luisa Spagnoli, Barbara Staniscia, Luigi Stanzione, Michele Stoppa, Monica Cristina Storini, Massimiliano Tabusi, Marcello Tanca, Anna Trono, Caterina Tuci, Mauro Varotto, Bruno Vecchio, Charles W.J. Withers (Regno Unito), Sergio Zilli

 

Rivista di geografia della Facoltà di Lettere e Filosofia della "Sapienza Università di Roma" (periodico di proprietà dell'Ateneo), edita dal 1988 ed erede delle Pubblicazioni dell’Istituto di Geografia edite dal 1931

Copyright © 2013 Sapienza Università di Roma – Roma


ISSN 1125-5218